sabato 28 aprile 2018

Le recensioni di Stefania: "L'enigma della cattedrale sommersa" di Fabrizio Santi


E anche questo mese ci siamo unite al Domino letterario. Stefania ha scelto questa volta un thriller.

Diamo il via al domino con L’ENIGMA DELLA CATTEDRALE SOMMERSA di Fabrizio Santi, edito Newton Compton Editori.



Titolo: L'enigma della cattedrale sommersa

Autore: Fabrizio Santi

Editore: Newton Compton Editori

Genere: Thriller

Data di pubblicazione: 29 marzo 2018

Prezzo: 3.99 € ebook, 10,00 € cartaceo


Sinossi

Roma. Palazzo Barberini. È notte quando il custode vede apparire sul suo monitor una figura vestita di nero e intenta a suonare un organo. Pochi giorni dopo, vicino all’organo di una chiesa a Piazza Navona viene ritrovato il corpo senza vita di una donna. Giulio Salviati, scrittore noto per le sue abilità d’investigatore, viene coinvolto nello strano caso dal direttore del museo Barberini. Seguendo alcuni indizi lasciati dalla figura vestita di nero, Salviati si introduce nei sotterranei del museo, scoprendo passaggi segreti che collegano l’antico palazzo a negozi e botteghe romane. Ma è studiando la storia dell’organo che Giulio verrà a conoscenza di un mistero legato a un musicista vissuto nel Settecento, a cui lo strumento apparteneva e intorno al quale molti hanno indagato: un conte che vive isolato vicino a Canossa, dedito a pratiche esoteriche, un famoso botanico, un esperto musicologo. Qual è il filo rosso che lega questi personaggi tanto diversi tra loro? Che cosa stavano cercando di così importante da giustificare la scia di morte a cui la capitale, incredula, assiste?
Chiese romane, passaggi segreti, botteghe di antiquari
Un enigma da risolvere che arriva dal passato
Una spirale di morte che non sembra arrestarsi


Recensione


“Solo quando la campana emersa dalle acque suonerà, l’enigma sarà svelato.”

Care Disaster oggi torno nel mio elemento. Quando il mese scorso in libreria cercavo delle letture personali da incastrare a quelle del blog sono capitata davanti allo scaffare dei thriller e da lì non mi sono più mossa. Volevo comprarli tutti ma alla fine è stato Fabrizio Santi a tornare a casa con me!

La prima cosa che mi ha catturata è la cover. Semplicemente bellissima e assolutamente in linea con ciò che è racchiuso al suo interno.
Una cattedrale che sale dagli abissi, un mistero da risolvere, delle morti che inspiegabilmente si ricollegano una con l’altra e un musicista del Settecento da cui tutto sembra partire.

Ci troviamo a Roma. Nella città eterna dell’arte.
Ancora una volta lo scrittore Giulio Salviati viene coinvolto nella ricerca del fantasma che sta seminando terrore tra Palazzo Barberini e le chiese della capitale. Un fantasma che sembra fluttuare e capace di scomparire nel nulla nel giro di pochi secondi. Un fantasma che si intrufola di notte nel museo o nelle chiese per suonare una melodia incomprensibile ai più con l’ausilio dell’organo.

“Perché un uomo o una donna, avvolto in un velo nero, doveva introdursi di notte in un museo per suonare uno strumento antico? Un pazzo, forse? Già, ma da dove era entrato? Come aveva eluso la sorveglianza dei guardiani e come aveva poi fatto perdere le sue tracce?”

Salviati ci guida in un viaggio alla ricerca di tutti i tasselli che misteriosamente si ricollegano tra loro. È astuto, sveglio e attento ai particolari. Riesce a trovare i dettagli che per altri sono insignificanti e a dargli la giusta posizione nel disegno. Ma non è solo questo. Non c’è solo la ricerca del fantasma. L’attenzione è catturata dal cosa sta cercando di fare questo fantasma. La musica è l’elemento principale. Cristoforo Cominelli è il musicista del Settecento che dà inizio al mistero. Sarà solo un caso? Coincidenze? Cos’ha di speciale questo uomo e la sua musica?

Giulio si conferma uno scrittore dalle spiccate doti investigative e utile nello sbrogliare i casi più difficili. Stargli dietro è difficile, la mia immaginazione era in continuo fermento.
Ma più di tutti è l’autore Fabrizio Santi ad avere una mente brillante e fantasiosa. Studi accurati stanno alla base di questo romanzo dove tutto è preso dalla realtà.  Ogni personaggio coinvolto è ben caratterizzato e via via la nube che sta loro attorno si dirada lasciando al lettore il tempo di capire la posizione che ricoprono nella storia.

La struttura del romanzo è particolare. L’inizio è di forte impatto per come viene descritto. Le emozioni sono forti e per una come me che si lascia influenzare dalle sensazioni iniziare questo romanzo di notte è stato ancora più amplificato. Era come se sentissi veramente nel silenzio assoluto i suoni descritti. Fantastico!!! Con un inizio così non potevo che continuare sempre più coinvolta. Ho provato ad anticipare le mosse dei personaggi ma mi sono resa conto che tutto è più complesso. Ad un certo punto ho iniziato a leggere con in sottofondo la musica degli autori che ho trovato nel testo e ragazzi vi assicuro che la lettura diventa ancora più emozionante.
Un crescendo di aspettative, attimi più tesi ritmati a dialoghi divertenti che stemperano la tensione e a capitoli dove l’attenzione è tutta concentrata su questo fantasma nero e la sua ricerca.
Vi straconsiglio questo romanzo. E non solo, anche gli altri due lavori di questo autore sono da tenere in considerazione!


Nessun commento:

Posta un commento