martedì 24 aprile 2018

Le Recensioni di Ilenia: "Begin Again" di Mona Kasten

Ora sta a Ilenia parlarci della sua ultima lettura: non poteva non leggere il primo libro della trilogia scritta da Mona Kasten, pubblicata con Sperling & Kupfer il mese scorso.


Titolo: Begin Again

Autore: Mona Kasten

Editore: Sperling & Kupfer

Genere: New Adult

Data di uscita: 6 marzo 2018

Prezzo: € 8.99


Sinossi

Nuovo nome, nuovo taglio di capelli, nuova città. Così Allie Harper, diciannove anni, è pronta a scrivere la sua storia, a un migliaio di chilometri di distanza dal suo passato, all'università di Woodshill, dove si è iscritta a Letteratura. Ma c'è ancora un tassello mancante per rendere davvero perfetto questo nuovo inizio: un alloggio.
La ricerca si sta rivelando più difficile del previsto e Allie ha smesso di contare i tentativi andati male. Finché, all'ultimo appuntamento in agenda, finalmente arriva lei: la casa perfetta. Pulita, luminosa e accogliente. Peccato per la compagnia: con i suoi tatuaggi e l'aria strafottente, Kaden White è l'ultima persona con cui Allie vorrebbe condividere un appartamento. E Kaden, dal canto suo, non vuole affatto una coinquilina, che lo tramortisca con tutte le sue chiacchiere da donna. Purtroppo per loro, però, le circostanze non lasciano altra scelta. Non resta quindi che arrendersi e stabilire immediatamente le tre regole fondamentali per la convivenza perfetta: niente sentimentalismi, nessun'interferenza nei fatti altrui e, soprattutto, nessun contatto fisico. Ma le regole sono fatte per essere infrante...




Recensione

Affascinata dalla copertina, seppur indispettita dal titolo in inglese (è una mia fissa, ma questa volta è perdonabile, essendo il titolo originale), non potevo non leggere questo libro. Premetto che l’ho iniziato senza aver minimamente letto la trama, è stato l’acquisto impulsivo più azzeccato degli ultimi anni!

La protagonista, Allie Harper sta cercando un appartamento, pronta a iniziare la sua nuova vita: a diciannove anni, cambia vita, nome, taglio di capelli ma soprattutto abitudini. Si iscrive all’università, si allontana miglia e miglia dalla famiglia, da quella madre oppressiva che non le permette di essere se stessa, anche solo semplicemnte mangiare senza dover contare calorie.
Il suo piano necessita di un punto fisso, un alloggio appunto. Ne gira tanti, troppi, finchè non arriva da Mr. White… eh, buongiorno Mr. White!


Mr. Kaden White è un pezzo di gnocco. Punto. Potrei descrivervelo, raccontarvi della pelle abbronzata e tatuata, del fisico cesellato, ma… insomma, fidatevi… è proprio gnocco! E Stronzo. Bisogna dire la verità. Kaden non vorrebbe una coinquilina, le donne portano guai, vogliono sempre parlare, ecc ecc… ma davanti all’affitto, non può cacciarla via. Ecco quindi arrivare alle sue regole che, detto tra noi, io le avrei scritte, avrei arrotolato il foglio e gliele avrei fatte mangiare: per fortuna, Allie non ha un brutto carattere come la sottoscritta! 

«Primo», esordì alzando un dito, «non vieni a scocciarmi con le tue menate da femmina. Non mi frega niente di ciò che succede nella tua vita, quindi non impormi la tua compagnia. Non ci saranno serate femminili sul mio divano, i programmi alla tv li decido io, e tu non verrai a sfogarti da me in lacrime.» «Si può fare», ribattei gelida. «Secondo», proseguì imperturbabile, «tieni la bocca chiusa quando rimorchio qualcuna. Non ho intenzione di giustificarmi in casa mia.» «Per me non fa differenza con chi te la fai», replicai prontamente, gettando però un’occhiata scettica verso la porta. La sua camera era sì sul lato opposto del corridoio, ma chi poteva sapere quanto fosse rumoroso? Mi augurai di non dovermi mai accorgere quando se la spassava con qualcuna. «E terzo…» Si staccò dalla scrivania e si fermò minaccioso davanti a me. Mi sovrastava di diversi centimetri, e dovetti piegare la testa all’indietro per sostenere lo sguardo cupo dei suoi occhi color caramello. «Non me ne frega niente dell’effetto che fanno le tue gambe con questi pantaloncini.» Avvampai, ma rimasi impassibile. «Tra di noi non ci sarà mai niente. Quindi non farti illusioni, capito?»

Allie accetta perché… del coinquilino maleducato non gli interessa nulla, ma l’appartamento pulito e accogliente non vuole farselo sfuggire. La loro convivenza inizia così, fatta di silenzi, di critiche di Kaden e della forza di Allie nel non cedere alle sue provocazioni.
Allie può contare su Dawn, la sua amica, una spalla anche nel tenere testa a Kaden e al suo amico Spencer (piccola nota a margine: settimana prossima vi parlerò di loro!!): non è sola e, per la prima volta nella sua vita, si sente viva, vera, libera. Ma Allie è una ragazza e, pur senza volerlo, si sente in qualche modo affascinata da Mr. SonoFigo,SonoBello,MaSonoStronzo. La “richiesta” di fare una passeggiata insieme inizia a cambiare le carte in tavola, svelando un Kaden diverso.

Kaden è un ragazzo che si nasconde dietro ai tatuaggi, dietro all’idea che vuole dar di sé… grattando la superficie, scopriamo un ragazzo dolce, sensibile, ma anche moooolto volubile. Non vuole mostrare le proprie cicatrici, i propri punti deboli, cerca di proteggersi dietro a delle regole che crollano come un castello di carta. Vuole tenere il suo passato chiuso in una scatola, a costo di rovinare il presente e il suo futuro.

Non è una storia di sesso e, oserei dire Alleluia! Per una volta, leggiamo un rapporto che parte dal niente e affronta ogni tappa, senza bruciarne. È un lento crescere, un’evoluzione continua di un rapporto tra due ragazzi che devono imparare cosa è meglio per se stessi e come poter scendere a compromessi, ma pur mantenendo le redini della propria vita. Ci sono i sentimenti a capo di tutto, c’è uno spaccato di vita vera. C’è amicizia, amore, odio, vengono sbandierati i problemi che possono essere presenti in ogni famiglia. Si ride e si piange, ci si arrabbia ma ci si emoziona.

È una trama semplice, non ci sono troppi colpi di scena, ma è un suo punto di forza. Si inizia a leggere questo libro e non lo si molla finché non leggiamo la parola fine. Ho apprezzato il fatto di seminare qui e là qualche indizio sul libro che seguirà, ma senza essere troppo evidente, senza togliere l’attenzione dai protagonisti di questo libro. Se amate il genere, Mona Kasten è quello che fa per voi. Assolutamente consigliato!





Nessun commento:

Posta un commento