mercoledì 18 aprile 2018

Blog & Review Tour "My bitter sweet symphony" di Paola Garbarino: Ambientazione


Dopo il Review party di Maria Rosa, proseguiamo con un Blog Tour, dedicato all'ultimo romanzo di Paola Garbarino: venite a scoprire le location del romanzo "My bitter sweet Symphony"



Doha è il primo luogo che s’incontra nel romanzo, dove Lestat, famoso violinista, ha appena tenuto un concerto e dove lui e Stella trascorrono ore appassionate prima che il padre di lei li divida.


Doha è la capitale e la città più popolata dello stato del Qatar, il 60% della popolazione dello Stato risiede infatti nella città o nell’area suburbana.
Il Qatar è uno stato a religione musulmana e segue le leggi della Sharia.
A Doha vi è la sede del governo, il cui capo è l’emiro Tamim bin Hamad Al Thani. Vicino a Doha sorge Education City, una zona in cui si sono insediati diversi campus universitari e istituti dedicati alla ricerca e all’innovazione.


La capitale presenta un carattere cosmopolita e ospita molti lavoratori che giungono dall’Europa. Nel marzo 2008 è stata inaugurata una chiesa cattolica.
In Qatar è stanziato il principale quartier generale del Comando Centrale Militare USA, il più grande dell'intero medio-oriente.
Nel 1916 divenne capitale del protettorato del Qatar e nel 1971, con l'indipendenza del Paese dal Regno Unito, divenne la capitale dello Stato.


Prima del XX secolo l’economia della città era prevalentemente basata sulla pesca ittica e su quella delle perle. Con l’introduzione delle perle d’allevamento di origine giapponese, l’economia locale subì un duro colpo, tuttavia attutito dalla successiva scoperta dei giacimenti petroliferi, ma soprattutto dalla grande quantità di gas naturale situato al nord del paese. Il Qatar possiede uno tra i più grandi giacimenti di gas naturale al mondo.

prendiamo l'aereo e voliamo fino a...

New York è la città in cui vive Lestat, lo ritroviamo undici anni dopo qui, sposato e in cerca di un figlio che non vuol saperne di arrivare.


New York è una città degli Stati Uniti d’America. Viene detta New York City per distinguerla dall’omonimo Stato federato.
Conosciuta nel mondo anche come la Grande Mela (Big Apple), è situata nello Stato omonimo e sorge su un’area alla foce del fiume Hudson, sull’oceano Atlantico, mentre l’area metropolitana comprende anche località situate nei due vicini stati del New Jersey e del Connecticut.


È la città più popolosa degli Stati Uniti e uno dei centri economici più importanti del mondo, riconosciuta come città globale. L’agglomerato urbano la rende, secondo le stime, dalla terza alla sesta area urbana più popolata del mondo, e tra le prime tre dell’emisfero boreale e del continente americano (in concorrenza con Città del Messico e San Paolo). New York è anche stimata come quattordicesima città più popolata al mondo, tra le città africane di Kinshasa e Lagos, nonché la più popolosa città anglofona del mondo.
Situata sulla cosiddetta baia di New York (New York Bay), in parte sul continente e in parte su isole, è amministrativamente divisa in cinque distretti (borough): Manhattan, The Bronx, Queens, Brooklyn e Staten Island.
Uno dei suoi simboli più famosi è la Statua della Libertà.


New York è una città marittima ma il suo clima ha spiccate caratteristiche continentali. È caratterizzato da inverni lunghi e freddi, burrasche di neve e tempeste; e da estati calde e umide.
Il primo insediamento europeo sorse nel 1613 quando i colonizzatori olandesi fondarono un insediamento per il commercio delle pellicce nella zona meridionale dell’isola di Manhattan, che venne acquistata dagli olandesi per 24 dollari e, battezzata Nuova Amsterdam.
La città passò nel 1664 sotto il dominio inglese e venne ribattezzata New York in onore di Giacomo II, Duca di York e Albany. La dominazione inglese durò fino all’ottenimento dell’indipendenza delle colonie, che segnò la data di nascita degli Stati Uniti d’America.
La popolazione di New York è tra le più variegate del mondo, sia dal punto di vista culturale che etnico. Da sempre una delle mete principali degli immigrati provenienti da ogni parte del mondo.
La città è ricca di musei e gallerie d’arte. New York è in una posizione di primo piano nel settore dello spettacolo statunitense: molti film, serie televisive, libri e altri media nascono qui. New York è il leader mondiale nella produzione cinematografica indipendente.
Insieme a Londra e Tokyo, New è considerata una delle città guida dell’economia mondiale.
Il turismo è uno dei settori più importanti della città.
Molti sono stati i letterati e i musicisti che hanno trovato ispirazione in New York e nei suoi quartieri.
Riprendiamo l'aereo... dove atterreremo ora?!

Vivo d’Orcia è il borgo toscano in cui vive Stella e nel quale lei e Lestat si rincontrano dopo dodici anni.


Vivo d’Orcia è una frazione del comune di Castiglione d’Orcia, nella provincia di Siena. Ubicata alle pendici nord del monte Amiata a una quota media di 930 mt è totalmente immersa fra i boschi di castagno e rappresenta il borgo più alto di tutto il comprensorio amiatino.


L’Eremo è il nucleo più antico del paese, si incontra nella parte bassa dell’attuale abitato e fu eretto sulle rovine di un monastero camaldolese fondato da San Romualdo.




Altri luoghi minori in cui sono ambientate un paio di scene, sono:
Pienza, in Toscana, dove facciamo per la prima volta la conoscenza di Dario e dove in seguito Stella porterà anche Lestat.




Edimburgo, in Scozia, dove vivono i genitori di Stella.


Firenze, in Italia, dove la famiglia di Stella ha casa e dove vive anche la sorella maggiore Veronica.


Vi aspettiamo domani con la prosssima tappa dove vi mostreremo la nostra recensione.




Nessun commento:

Posta un commento