mercoledì 14 marzo 2018

Le recensioni di Stefania: "Punizione divina" di Paola Chiozza

Disaster chiudiamo la giornata con una recensione... strano ma vero!! Parliamo di PUNIZIONE DIVINA di Paola Chiozza.
Non potete capire quanto ho desiderato leggere questa storia. Finalmente ho avuto modo di gustarmi il romanzo e adesso ve ne parlo!


Titolo: Punizione divina

Autore: Paola Chiozza

Editore: Self Publishing

Genere: chicklit, contemporary romance

Data di pubblicazione: 26 febbraio 2018

Prezzo: 12,99€ cartaceo - 1,99€ ebook


Sinossi



Cosa c'è di meglio di un paio di Jimmy Choo? Niente, almeno secondo Giuditta Moretti. Sa bene che non dovrebbe spendere tutti quei soldi, non con il tirocinio a New York alle porte. Ma nemmeno il santino di Giorgio Armani e l'apparizione mistica di Donatella Versace riescono a tenerla a bada.
Ha ceduto alla tentazione, e ora può solo sperare che il karma non le si rivolti contro…
Speranza vana, ovviamente. Perché un errore di smistamento digitale (o punizione divina) ha dirottato il suo tirocinio. Non più un'esperienza di classe in un'importante agenzia finanziaria di Manhattan, ma un incubo in un inutile ranch sull'orlo del fallimento nel Montana.
Cavalli (non lo stilista Roberto, purtroppo), tori, mucche e puzza di cacca.
E Scott Sullivan, muscoloso e sexy cowboy amante dei rodei, arrogante, sporcaccione e pieno di sé. Un rubacuori da strapazzo che le ragazze di Whitefish venerano neanche fosse una divinità.
Tra figuracce imbarazzanti e cortocircuiti ormonali, riuscirà Giuditta a uscirne viva, terminare il tirocinio e laurearsi con il massimo dei voti?




Recensione

Questa recensione potrebbe concludersi qui. WOOOOOOOOW!!!!!!!!!!!
Si dico wow. Lo sottolineo, lo evidenzio, lo metto anche in grassetto se serve! 
È raro trovare una lettura che sa farti ridere di gusto ed emozionarti come si deve. Insomma sono stata cotta a puntino. È il primo lavoro che leggo di Paola Chiozza e se questi sono i risultati devo assolutamente recuperare anche le altre storie. Ed ora la mia opinione.

Giuditta Moretti è particolare. Studentessa tra le migliori dell’Università Bocconi di Milano, è una ventitreenne devotissima allo shopping. Venera il contenuto del suo armadio ed è sempre pronta a strisciare la carta per accaparrarsi l’ultimo modello.

Jimmy Choo. Assolutamente perfette. Le décolleté Jimmy Choo brillavano come diamanti incastonati nella roccia. Le guardavo da un quarto d’ora con il naso appiccicato alla vetrina. Sarebbero state il pezzo forte della mia collezione, il tassello mancante che avrebbe riempito quell’odioso buco nella scarpiera.

Pronta per il tirocinio alla J.P. Morgan Chase & Co., società finanziaria più importante al mondo, non può lasciarsi sfuggire l’occasione di sfoggiare queste meraviglie. Le si prospettano quattro mesi di mondanità newyorkese, di incontri con i broker, consulenti finanziari e manager migliori e può farsi trovare preparata. C’è un però, però. Per un piccolo, piccolissimo, errore il suo tirocinio non si svolgerà a New York come organizzato, ma a Whitefish, nel Montana. Un disastro epocale, una catastrofe, un cataclisma.


“Lei sta mandando me, la sua migliore studentessa, a lavorare in una stalla?" "Non c’è altra soluzione." Presi la testa tra le mani e lanciai un grido disperato. Era la giornata peggiore della mia vita.

Come può sopravvivere quattro mesi nel nulla, senza la possibilità di sfogarsi con lo shopping sfrenato, senza internet, senza gli altri mille mila bisogni di primaria importanza?!
Al suo arrivo la situazione è disperata. Il ranch sopravvive a stento e i creditori sono alle porte pronti a batter cassa. Giuditta si ritrova a dover far quadrare i conti del disastro con la piena fiducia della famiglia Sullivan o per lo meno di una sua parte!
Il capofamiglia è grato del suo aiuto, Emmy la piccola peste di casa - non potete capire quanto sia furba e subdola - la prende subito in simpatia, diventano complici e, spesso e volentieri, i vari siparietti comici le vedono coinvolte insieme nei progetti per salvare il ranch . E poi ci sono loro, Mike gran bel culo, e l’affascinante Scott che, da subito, fa sbavare per il fisico scolpito nel marmo.
Ma lei è immune, si fa per dire, al fascino del cowboy. Decisa a resistergli e distinguersi da tutte le fanciulle che sbavano al suo passaggio, cerca di ignorare lui e i suoi attacchi sempre più diretti. Ma si può veramente rifiutare tanto ben di Dio?

L’ultima volta che avevo visto un ragazzo così divino era stata quando Sonia mi aveva regalato un calendario sexy che raffigurava uomini dal fisico scolpito in posizioni equivoche. Equivoche, come i miei pensieri in questo momento.

Via via diventa sempre più difficile resistergli. Il desiderio la divora ma è troppo ancorata ai suoi preconcetti e al non voler cedere rischiando più volte di allontanare il ragazzo per le parole poco educate con cui lo identifica.
Non voglio svelarvi niente di più. Essendo una commedia romantica il lieto fine ci sarà ma è il come ci arriviamo che è interessante, divertente e condito con un pizzico di dramma.

Disasters, dovevate vedermi. Ridevo da sola. Le gaffe di Giuditta sono imbarazzanti. Senza filtri, parla spesso senza pensare, si ritrova a far danni ogni due secondo e ogni volta più assurdi del precedenti. Per non parlare delle divinità che convivono nella sua testa, Donatella Versace e Anna Wintour, e che non stanno mai zitte incitandola nelle sue peripezie. Ci vogliamo aggiungere un santino che si porta dietro come una reliquia e con cui parla chiedendo aiuto? Giorgio Armani è il suo protettore!!! L’ho adorata al 100% per questa sua esuberanza, per la vitalità, per il sarcasmo con cui nasconde le insicurezze e cerca di proteggere il cuore e soprattutto per le frasi che le escono in modo naturale ma tremendamente imbarazzanti.

Scott… sbattimi come un telecomando quando stanno finendo le batterie.

Questa frase rimarrà scolpita nella mia mente! Come è impossibile dimenticare le altre mille figuracce? Insomma, è impossibile non volerle bene!

Dicevo… armata di tacchi e vestitini alla moda porterà scompiglio nella famiglia Sullivan.
E non solo. La stessa Giuditta si trova al centro di un uragano che la farà riflettere e rivedere tante sue convinzioni. A primo impatto può sembrare molto frivola, snob ma non lo è. È pazza, sconsiderata, ambiziosa ma non egoista. È proprio Scott con i suoi sacrifici a dare il via al cambiamento.


Ho passato la mia adolescenza a programmare il futuro. Era tutto scritto in modo preciso e puntiglioso… ma qualcosa è andato storto. Nella mia vita è piombato Scott, così diverso da me. Lui ha messo in discussione ogni mio piano. Ha distrutto ogni mia singola convinzione.


Scott Sullivan, come avete capito, è l’uomo che non deve chiedere mai. Le donne cadono ai suoi piedi, lo idolatrano e poco importa se dopo le butta via come carta straccia. Con orgoglio sfoggia la sua natura di playboy, in realtà aspetta la donna giusta, quella che è disposta a stare con lui, ad accettare la sua famiglia con pregi e difetti e soprattutto ami Whitefish. Ho trovato un ragazzo che all’apparenza è superficiale ma leggendo scoprirete una persona che dentro di sé soffre e si protegge come può dalle delusioni anche se a volte in modo troppo burbero. Giuditta sarà una bella gatta da pelare ma impossibile da ignorare. Mi sono a poco innamorata di lui, della sua strafotezza, della sua forza, della sua determinazione e della sua dolcezza. Me lo immaginavo come lo descrive Giuditta la prima volte che lo incontra “Credo che sia come un cavallo. Forte, selvaggio, indomabile.” e per tutto il testo la sua immagine a petto nudo ha invaso la mia mente!

Il romanzo strutturalmente è perfetto. Autoconclusivo, la scrittura è pulita, fluida e scorre in modo veloce. Seguendo il pov della protagonista femminile troverete un testo ironico, divertente e pieno di sentimenti reali.
Inoltre niente è lasciato al caso. Il luogo dove si svolge tutta la storia, Whitefish, con i suoi laghi e paesaggi incontaminati è affascinante. Ho cercato su internet notizie e mi si è aperto un mondo. Andate anche a voi a cercare questi luoghi e vi assicuro che vi verrà voglia di andare a vedere con i vostri occhi!

Insomma se siete in cerca di spensieratezza Punizione divina fa per voi. Se siete in cerca di divertimento, amore, disastri, emozioni Punizione divina fa per voi.
Dovete per forza leggere questo romanzo e farvi accompagnare da Giuditta in questa avventura!!!
Ed ora, per chiudere, cara Paola, sono pronta per la storia di Mike! Quanto mi farai aspettare per conoscere meglio Mr. Culo Perfetto?!


Nessun commento:

Posta un commento