giovedì 1 marzo 2018

Le recensioni di Mary: "I need you" di Megan L. Collins

La nostra Mary oggi ci parla di I NEED YOU scritto da Megan L. Collins. Leggiamo insieme che ne pensa.


Titolo: I need you

Autore: Megan L. Collins

Editore: self publishing

Genere:
Contemporary romance

Data di pubblicazione:
22 novembre 2017

Prezzo: 2.99 € ebook, 7.28 € cartaceo


Sinossi


Sophie ha perduto il suo migliore amico da qualche mese e si ritrova a essere schiacciata dal dolore e dal bisogno di chiudersi in sé. Niente per lei va più nel verso giusto, ma una sera decide di dare un taglio a quel dolore e si reca in un locale sulla spiaggia. Proprio lì incontra Alex: un ragazzo dagli occhi magnetici, che l’affascina in modo particolare.
Ben presto Sophie perderà la testa per lui, il bel tenebroso dagli occhi verdi; con il tempo inizierà una relazione con lui, ma la felicità non dura e dopo qualche tempo cominciano i problemi. Alex è un ragazzo problematico, con un passato pesante alle spalle, un lato ombroso e vive con la delusione nel cuore. È un uomo che deve ritrovarsi, che deve fare i conti ogni giorno con i suoi demoni.
Così i due si allontanano. Eppure non tutto è perduto. Riusciranno Sophie e Alex a cancellare il dolore insieme, oppure saranno costretti a dirsi definitivamente addio?
Quella che state per leggere è una storia vera, i protagonisti esistono e qui mettono a nudo la loro vita, una vita fatta di fatiche e riscatto.
Questo è Un libro per chi crede nel perdono, nella forza dei sentimenti e nella redenzione.




Recensione

Stilisticamente molto povero e con descrizioni lunghe e noiose, I need you non lascia purtroppo alcun segno, se non qualche sprazzo tenue di attenzione in alcuni passaggi chiave della narrazione.
Interessante l'intreccio tra una storia d'amore, quella tra Alex e Sophie, una storia di fratelli, sofferta e dal passato pieno di ombre, e un'amicizia che nasconde segreti amari, elementi che creano i pochi momenti di suspense in chi legge. Tuttavia il racconto resta a mio avviso troppo piatto e senza emozioni.

I dialoghi risultano impersonali, probabilmente perché gli stessi personaggi non convincono del tutto: non sono definiti e non mostrano l'età che hanno.
La soglia di attenzione resta bassa per tutta la narrazione, trovando qualche utile appiglio solo allo snodo dei vari segreti che legano i protagonisti.
I momenti di erotismo, benché diano comunque alla storia un colore meno dark del thriller, collidono, a mio parere, con la scelta di toni drammatici operata dell'autrice e a volte danno persino fastidio risultando quasi stonati.

In conclusione, storia interessante ma sviluppata male. Promette bene invece il primo capitolo del prossimo romanzo della scrittrice pubblicato dopo i ringraziamenti.


Nessun commento:

Posta un commento