mercoledì 7 marzo 2018

Le recensioni di Flavia: "La vita in due" di Nicholas Sparks

C'è una cosa che dovete sapere di Flavia: la piccola di casa ama alla follia Nicholas Sparks... potevamo non farle leggere l'ultimo libro che ha pubblicato? nossignore! ecco a voi la sua recensione...



Titolo: La vita in due

Autore: Nicholas Sparks

Editore: Sperling & Kupfer

Data di pubblicazione: 4 luglio 2017

Prezzo: 10,99 € ebook; 16,91 € cartaceo


Sinossi


A trentaquattro anni, Russell Green ha tutto: una moglie fantastica, un'adorabile bambina di cinque anni, una carriera ben avviata e una casa elegante a Charlotte, in North Carolina. All'apparenza vive un sogno, ma sotto la superficie perfetta qualcosa comincia a incrinarsi. Nell'arco di pochi mesi, Russ si trova senza moglie né lavoro, solo con la figlia London e una realtà tutta da reinventare. E se quel viaggio all'inizio lo spaventa, ben presto il legame con London diventa indissolubile e dolcissimo, tanto da dargli una forza che non si aspettava. La forza di affrontare la fine di un matrimonio in cui aveva tanto creduto. Ma soprattutto la forza straordinaria di essere un padre solido e affidabile, capace di proteggere la sua bambina dalle conseguenze di un cambiamento tanto radicale. Alla paura iniziale, poco alla volta, si sostituisce la meraviglia di ritrovare dentro di sé le risorse che servono per fare il mestiere più difficile del mondo, il genitore. Russ scopre di saper amare in un modo nuovo, di quell'amore incondizionato che non deve chiedere ma solo offrire. E forse per questo potrà anche rimettersi in gioco con una donna alla quale dare tutto se stesso.




Recensione

Credo ci sia un tempo stabilito per leggere ogni libro. Vi siete mai ritrovati a scegliere un libro piuttosto che un altro, spinti da una strana sensazione? A me è successo mesi fa proprio con questo; e non so se per l'umore del momento, ma credo che se avessi scelto di leggerlo allora non gli avrei dato la giusta importanza. Insomma, credo sarebbe stato il primo libro di Sparks bocciato senza pietà. E sono contenta di non averlo accantonato. Mai in nessun altro libro (suo), come in questo, ho percepito tra le pagine la sua vita e il suo dolore, nonostante io non lo conosca.

Ho notato che mancano le frasi romantiche, quelle che hanno caratterizzato i suoi libri precedenti, sostituiti da significati profondi: divorzio, omosessualità, morte, malattia.
Ovviamente Sparks non si smentisce mai. Ogni suo libro emoziona, questo in modo particolare perché possiamo rivedere la nostra vita in almeno tre, dei tanti temi trattati.

Il linguaggio è scorrevole e a tratti simpatico. Nicholas sa far emozionare, ridere e ci fa passare alla malinconia in un batter di ciglia. Non troverete un amore tra due fidanzati (o forse sì?!) o due amanti, ma l'amore verso la famiglia e soprattutto quello di un padre verso una figlia che è disposto a tutto per la sua felicità e che non l'abbandona mai, che riesce a trovare il tempo per trascorrerlo con lei, imparando dai propri errori.

Adesso voglio soffermarmi sui personaggi e usare lo stesso metodo che ho usato nella recensione dell'autrice Crowley. Inizio da Vivian perché è quella che ho odiato tantissimo. Di solito sono le donne le vittime, ma non in questo caso. Credo sia difficile inventare un personaggio così acido, antipatico e frustrato.
Russ è vero, come dice Marge, è il più coraggioso. Ci insegna a non mollare.
Marge a non lamentarci.
London è l'esempio che i bambini non devono essere un bottino che i genitori devono a tutti i costi accaparrarsi durante un momento difficile come il divorzio.
Poi c'è Emily … Lei è la prova che certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi, e poi ritornano <3 …

P.s. La copertina dice tutto, leggetelo e scoprirete perché ...


Nessun commento:

Posta un commento