Le recensioni di Daniela: "Un amore contro il tempo" di Alessandra Cigalino

Ora tocca a Daniela parlarci della sua ultima lettura! Quindici giorni fa ha iniziato a leggere la serie di Alessandra Cigalino, oggi ci parla del secondo volume... le sarà piaciuto più del primo? non vi resta che continuare a leggere!


Titolo: Un amore contro il tempo

Autore: Alessandra Cigalino

Editore: Rizzoli

Collana: 
You feel

Data di pubblicazione: 28 ottobre 2016

Prezzo: 2,99 € ebook


Sinossi


Perduto è il tempo che in amor non si spende. Sembra tutto facile per Sara. Il compito che deve assolvere, per poter diventare il primo agente speciale donna della S.P.Y., sta per giungere al termine. Ma, proprio quando si sente già parte integrante dell'organizzazione segreta, un imprevisto si rivela fatale per lei. Mark, divenuto il nuovo caposquadra della S.P.Y., viene chiamato ad affrontare una nuova missione, capace di mettere a dura prova i suoi nervi e, soprattutto, il suo cuore. Quando si rende conto che l'agente infiltrato da salvare è Sara Gomez, sua ex collega del Distretto di New York, ricordi di ciò che un tempo furono insieme si insinuano nella mente, risvegliando quell'amore che aveva cercato di dimenticare. Il tempo per salvare Sara sta per scadere. Ma il tempo per l'amore può davvero finire?





Recensione


Ecco il secondo capitolo delle Spy story firmate Cigalino per la parte Reloaded della collana You Feel Rizzoli, che concentra l’attenzione su due membri dell’organizzazione segreta che abbiamo conosciuto nel primo episodio, mantenendo un filo conduttore quindi con gli avvenimenti precedenti.

Qui incontriamo Mark e Sara. Due ex. Due ex che si ritrovano a dover fare squadra nella lotta al crimine, in un’organizzazione che fa del controllo di mente, corpo ed emozioni il proprio marchio di fabbrica. Difficile gestire una cosa simile, vero? Ecco, mi piacciono un sacco queste cose, quindi promuovo assolutamente l’idea romance su cui si costruisce la storia. Insomma, tutti abbiamo un ex che non avremmo voluto lo diventasse, no? E se tornasse alla carica che faremmo? Perdoneremmo l’abbandono oppure no? E se fossimo noi l’ex che vuol tornare? Lo vorremmo davvero o lasceremmo stare per paura di scontrarci con l’odio che abbiamo innescato con l’abbandono?

Ecco, forse sarebbe stato necessario approfondire maggiormente il percorso psicologico dei due di fronte alla nuova realtà dei fatti: mi hai lasciato/ti ho lasciato, ti amo ancora ma temo che mi odi/ti amo ancora ma devo odiarti per quello che mi hai fatto, mi butto e rischio/passo sopra a tutto e ripartiamo? Ecco, credo che giocare maggiormente su questo aspetto avrebbe aiutato la storia ad essere un po’ più accattivante e fresca.

Le scene finalmente si arricchiscono di azione, in fondo è una spy story quindi bisogna caricare gli eventi e lasciare da parte la staticità del classico romance. Non è sempre facile gestire bene questi due aspetti.. ma trovo maggiormente bilanciato l’equilibrio tra rosa e spy. La scrittura appare migliorata, anche se ho trovato alcuni dialoghi troppo ripetitivi e poco avvincenti.

Anche in questa storia si affronta un problema delicato, legato all’infertilità femminile causata da un “incidente”. Ecco, se nel primo romanzo ho apprezzato l’avvicinarsi composto dell’autrice al problema cecità, in questo racconto è mancato qualcosa. Il dover rinunciare ad avere figli porta con sé un dramma e uno shock psicologico che non possono essere affrontati di corsa e in poche battute solo perché costretti dalla brevità del racconto. Ecco, l’ho vissuto come una forzatura, come se fosse necessario aggiungere un evento drammatico per voler emozionare a tutti i costi. E mi spiace, ma non sono stata toccata dalla vicenda come credo dovesse essere.

Detto questo, quindi, ci sono a mio avviso ampi margini di miglioramento e di maturazione della scrittura di quest’autrice che sono certa si toglierà grandi soddisfazioni, perché le idee ci sono tutte.


Commenti