lunedì 5 marzo 2018

Le recensioni di Annalisa - QUANDO UNA NAVE S'INCAGLIA, L'HA DECISO IL MARE di AMANDA FOLEY

Buon pomeriggio Disasters!
Oggi vi voglio parlare di un libro uscito giovedì scorso e che ho divorato letteralmente.


Titolo: Quando una nave s'incaglia, l'ha deciso il mare
Autore: Amanda Foley
Collana Editoriale: Literary Romance
Prezzo: ebook 2,99 euro

TRAMA.

"Conosci la mano che tesse il tuo destino, giovane Edward…"

Irlanda 1892.
In una terra devasta da una profonda crisi politica e religiosa, nella contea di Gallway, viene trovato il corpo carbonizzato di una donna. Avrà a che fare con l’antica dinastia inglese dei Winslow?
Nel frattempo, l’inaspettato matrimonio del facoltoso lord Oliver, rampollo della nobile famiglia, mette a duro confronto il destino di due donne molto diverse: Kathleen, giovane popolana irlandese e lady Emma, superba matriarca degli altolocati Winslow. I continui scontri tra loro spezzano il precario equilibrio della famiglia portando alla luce quei segreti che sarebbero dovuti rimanere tali: come i natali dell’unico erede, Edward, che vive in bilico tra il senso del dovere verso la potente famiglia e il seme ribelle dell’orgoglio irlandese che si scontra con gli ideali di lady Emma, sua nonna.
Mentre nei villaggi e nelle città irlandesi si preannuncia una lotta senza quartiere contro l’odiata Inghilterra, Edward è costretto a partire per la Louisiana. Lì, conosce Eleanor, indomita e passionale suffragetta che lo aiuterà a far luce su se stesso, il suo futuro e il segreto che avvolge l’influente famiglia.
Tre generazioni a confronto per comprendere che talvolta è necessario tornare al passato per affrontare il futuro.

RECENSIONE.


"Spesso anche lottare può non servire. Nella vita avvengono cambiamenti di idee, di personalità, di coscienza, che determinano l'evolversi delle situazioni.
Non è possibile calcolare tutto in anticipo, specie le reazioni dell'animo umano.
In questa vita ci sono regole che non si imparano mai abbastanza, ed è l'insieme di queste regole a compromettere la riuscita delle nostre imprese. Talvolta la nave approda, altre volte si incaglia.
Non è il destino, è la vita. Se comprendiamo questo ci sarà più facile affrontarla."

Vorrei dirvi tante cose su questo libro.
Mi è entrato dentro. Soprattutto questa citazione.
E' un romanzo profondo, complesso, mai banale, che ti cattura come un'onda e ti trascina nei meandri del mare in tempesta, e la volta dopo in un mare calmo.

Si sa, la metafora della vita col mare è vecchia come il mondo, Amanda non ha inventato nulla di nuovo.
Ma il modo in cui descrive l'animo umano dei protagonisti è talmente evocativo che il mare appare ad ogni pagina...una presenza costante che va e viene, che resta, che collega l'Irlanda col nuovo mondo, il passato col futuro.

In un gioco di ricordi, di salti temporali, di salti geografici, vengono tirate le fila dell'amore.
Un amore difficile...che deve imparare ad essere amore e non solo bisogno, un amore che si sviluppa e non che semplicemente accade.

Nonostante la complessità dei contenuti, la scrittura è scorrevole, l'italiano è corretto e ricercato, mai ripetitivo. E' una scrittura come già detto evocativa.
Evoca immagini, a volte vividi colori di un'Irlanda che chi porta nel cuore non faticherà a riconoscere, a volte evoca anche suoni, lo sciabordio delle onde, il chiasso della gente a New Orleans.
Evoca ricordi. E nostalgia.
E' una scrittura che parla. E io forse avevo il cuore pronto ad ascoltarla.

E' un libro che è arrivato quando ne avevo bisogno.

E' vero, non ho detto molto della storia in sè, ma non ne vedo la necessità visto che la descrizione della trama è quanto mai esaustiva e non vorrei svelarvi troppo dell'enigmatico Edward o della forte Eleanor.
E' uno storico, ambientato in epoche lontane, ma i sentimenti che regala e le lezioni che impartisce sono molto attuali.

Da leggere, assolutamente.


Nessun commento:

Posta un commento