lunedì 26 marzo 2018

Le recensioni di Annalisa- DETECTIVE IN POLTRONA. COME SI DIVENTA SHERLOCK HOLMES di RAMSON RIGGS.

Di nuovo insieme questo lunedì per una recensione alternativa, che esula dal romance.
Ransom Riggs, autore della trilogia bestseller di Miss Peregrine, ha scritto il libro perfetto da regalare ai fan di Holmes di ogni età e io l'ho letto per voi.


Titolo: Detective in Poltrona. Come diventare Sherlock Holmes
Autore: Ramson Riggs
CE: Rizzoli
Prezzo: ebook 9,99 euro- cartaceo 18,00 euro

TRAMA.

Come lavorava il più celebre investigatore di tutti i tempi? Quali erano le sue tecniche, e quali i segreti che lo portavano sempre a individuare il colpevole o a svelare il mistero anche nei casi più complessi e apparentemente irrisolvibili? Dall'analisi delle impronte digitali alla decodifica dei linguaggi cifrati, dalle tecniche di travestimento al mettere in scena la propria morte, Ransom Riggs accompagna il lettore in quel laboratorio investigativo che era la testa di Sherlock Holmes. Un viaggio alla scoperta del mondo di Baker Street attraverso le avventure, note e meno note, del più grande detective della letteratura, con una finestra sempre aperta sulle curiosità che lo riguardano: perché Holmes non si è mai sposato? Com'era organizzata all'epoca Scotland Yard? E la cocaina era davvero legale?

RECENSIONE.



«Ecco, esercito un mestiere tutto mio particolare. Credo di essere l’unico al mondo. Sono investigatore consulente, ma non so se lei riesce a capire quello che significa. Qui, a Londra, abbiamo una quantità di investigatori appartenenti alla polizia e un buon numero di investigatori privati. Quando si trovano disorientati, questi bravi signori vengono da me, e io riesco a metterli sulla pista giusta.»

Chi non conosce Sherlock Holmes?
E chi da adolescente non ha mai fantasticato su come facesse a risolvere casi impossibili?
Come faceva a cogliere le sfumature in un'epoca in cui non c'erano NCIS o CSI?
A cosa serviva che assumesse droghe quando sappiamo tutti che l'intelletto a lungo andare deperisce proporzionalmente all'assunzione delle sostanze?
Perché il violino? Perché la musica?
E Scotland Yard come funzionava? E lui come poteva figurare ed entrare in un elite del genere?
E le sue amicizie? E Londra?
E i casi più strani da risolvere?

Questa meraviglia di libro risponde a tutte le domande che avremmo voluto fare al genio che inventò Sherlock o a Sherlock in persona!

È come essere seduti in un salotto ed essere Sherlock stesso. Un viaggio nei labirinti della sua mente, una fotografia di quel mondo e dei misteri risolti da lui.
Un piacere da leggere soprattutto per chi ama non solo il personaggio, ma anche la scrittura semplice, ironica, a tratti irriverente, e diretta di Ramson Riggs.

Una biografia alternativa, per un personaggio alternativo e simbolo di un genere che difficilmente si riesce a ritrovare nei gialli attuali.

Grazie Sir Arthur per averlo inventato e grazie Ramson Riggs per questa efficace istantanea nella sua mente. Ho adorato ogni minuto della lettura.

Unica nota davvero stonata per me il prezzo esagerato.
Confesso che mai lo avrei comprato. Se non me l'avessero regalato avrei perso un piccolo gioiellino.
Sarebbe bello che libri del genere fossero più accessibili, soprattutto per le nuove generazioni e per evitare la pirateria selvaggia, ma questa è un'opinione personale che esula dal giudizio del libro.




Nessun commento:

Posta un commento