Le Recensioni in ANTEPRIMA di Ilenia: "Tutti i miei domani" di Jessica Guarnaccia

Buongiorno Disastri! La nostra giornata oggi si apre con lei, la nostra piccola nazista della grammatica, la nostra amante di This is Us, la ragazza che massacra i provoloni su messanger, Jessica Guarnaccia.. l'anno scorso Jessica ci rese partecipi della sua idea, mandare un inedito alla Leggereditore, per la seconda edizione del loro concorso dedicato ai romance. Siamo un gruppo, non solo tanto per dire, e l'abbiamo supportata in tutto e per tutto, siamo state le sue cheerleader!

Ogni tanto mi piace dire "Te lo avevo detto", e qui lo posso dire! ancora prima di scoprire i 5 finalisti, dissi a Jessica di stare tranquilla, di placare la sua amica ansia, perché avrebbe vinto. Avevo ragione, ho sempre creduto nel talento della mia piccola Guarny... e ora sono qui, a cercare le parole per raccontarvi il suo libro... seguitemi e scoprite "Tutti i miei domani"!



Titolo: Tutti i miei domani

Autore: Jessica Guarnaccia

Genere: Romance

Editore: Leggereditore

Prezzo: € 4,99

Data di uscita: 7 Febbraio ebook - 21 Febbraio 2018



Sinossi

Per la prima volta nella sua vita, Rachel ha preso una decisione importante: scoprire la storia della propria famiglia. Su questo tema il suo integerrimo padre, il pluridecorato generale Blake, le ha sempre mentito, finché una lettera inattesa non ha aperto uno spiraglio su un passato che per troppo tempo le è stato nascosto. C'è un solo uomo ad avere le risposte che Rachel cerca, e un solo luogo in cui trovarle: un nonno di cui ignorava perfino l'esistenza e che vive a Woods Hole. Così Rachel lascia Boston alla volta di quel minuscolo villaggio sulla costa del Massachusetts. E se all'inizio del viaggio tutto sembra remarle contro, gli abitanti di Woods Hole si dimostrano ben presto accoglienti e calorosi. Tutti eccetto Aaron Caine, uno speaker radiofonico fastidiosamente attraente, a cui proprio non piace quella principessa viziata arrivata dalla città. Donne simili portano solo guai, lui lo sa bene. Eppure proprio Rachel potrebbe essere l’unica capace di salvare la sua trasmissione... e il suo cuore ferito.
Tra battibecchi esilaranti, complicità e buona musica, l’attrazione tra Rachel e Aaron finisce per emergere. E, inevitabili, arrivano i veri e tanto temuti guai…




Recensione

Keep calm & da dove parto? Io ci provo, se divago troppo perdonatemi!
La nostra Rachel Blake è una protagonista fin troppo familiare, abbonata alla figuraccia facile in quando maldestra patologica, una ragazza che si sente persa. E' bastata una lettera per far cadere il suo castello di illusioni: scoprirà le bugie del padre e sentirà il bisogno di scoprire la verità. Per troppo tempo ha fatto quello che il Generale, quel padre autoritario, freddo, impassibile e impossibile, ha deciso per lei, ma ora dice basta.

Lui non è qui e io sono libera di fare tutte le scelte pessime che voglio.

Vuole riprendere in mano la sua vita, vuole poter decidere da sola, anche se questo comporta sbagliare o... farsi rubare le valigie ancora prima di partire! Pronti e via e Rachel è una di noi, anche nella disperazione ci fa simpatia. Molla Boston, la grande città, per prendere un pullman e approdare in una cittadina di neanche 800 abitanti. Benvenuta a Woods Hole, piccola Rachel!

Sul pullman incontra un ragazzo, Will, con il quale stringe subito amicizia e che sarà la spalla, il suo sostegno in quel momento. Rachel, con la decisione di andare a Woods Hole e cercare quel nonno che non sapeva di avere, si è allontanata da suo padre, trovandosi sola, senza valigie e con pochi soldi. Si affida alla famiglia Caine, viene accolta in famiglia da tutti ma... la famiglia perfetta non esiste, c'è sempre una pecora nera. Nel caso dei Caine, è Aaron, primogenito che causa al resto della famiglia non pochi grattacapi.

Aaron, bello e maledetto, str***o ma ferito, è un uomo che si nasconde dagli altri, il cuore in pezzi e una rabbia che cova, che allontana le persone. Ma, per quanto voglia nascondersi, il destino gli mette davanti una Principessa, una donna che non si aspettava.
Lui è abituato a donne che si buttano ai suoi piedi, ma Rachel no, lei è tosta. Risponde alle sue frecciatine, ne lancia di più pesanti, lo stuzzica e lo allontana, lo intriga ma non gli piace. Aaron, dopo una litigata serale complice un tuffo imprevisto e una maglietta prestata, si sfoga in diretta radio, dove conduce un programma. Rachel sente e non riesce a fargliela passare liscia, litigando in diretta!

Tutto il loro rapporto, dall'odio, dal non poter stare neanche nella stessa stanza, al dover collaborare in radio, verte sui loro battibecchi, litigano senza motivo, prendono fuoco solo a stare vicini.

Posso evitare di ucciderlo. Posso evitare di saltargli addosso. Sono o non sono la donna di ghiaccio? "Indifferenza" sarà il mio secondo nome.

Non è facile per lei, prova qualcosa mai provato prima. Nella famiglia Blake i sentimenti non sono mai stati vissuti con semplicità, meglio chiuderli in un cassetto, mostrarli poco, sentirsi con il cuore di ghiaccio. Ma tutto questo viene messo a dura prova da Aaron. Senza saperlo, questo è quello che serve a Rachel, per distrarsi dalle difficoltà che incontra nella ricerca della verità sulla propria famiglia. Sebastian Archer, suo nonno, non può darle le risposte che cerca, non come ci si aspetta.

Quello che suo nonno le può dare è l'insegnamento più grande e glielo spiega tramite i suoi errori, tramite lettere e diari appartenuti alla madre. Rachel, perdendosi tra le righe, vivendo la vita della madre, scoprirà una nuova versione di se, o meglio... finalmente sboccerà, capirà quale sia il suo posto nel mondo, cosa la rende felice e cosa vuole fare. Un viaggio nel tempo, un viaggio alla scoperta di se e della sua famiglia, di quelle persone mai conosciute ma che volevano far parte della sua vita.

Disastri... c'è molto altro, questa è solo la punta di un iceberg enormemente meraviglioso.
Tra le pagine, possiamo trovare ogni genere di emozione, di situazione. Si ride sguaiatamente, si ha voglia di picchiare qualuno (Aaron il più delle volte!), si sente caldo...moooolto caldo, vorremmo sentire anche noi quelle farfalle nello stomaco.. e poi si piange, tra una lettera e l'altra, tra i diari della madre di Rachel. Piangiamo con lei, con loro, con il cuore a pezzi, straziato, sconvolti da quello che l'orgoglio e la testardaggine possono fare.

Jessica, con questo splendido libro, vuole spronarci a vivere a pieno la nostra vita, ad amare nonostante tutto. Perchè, nonostante Rachel pensi questo...

Ho creduto che la mia incapacità di amare fosse un difetto, ma adesso inizio a vederla più come una salvezza.

Arriverà alla conclusione che vale la pena di amare, di lanciarsi con anima e cuore in una relazione, perchè è questo sentimento il carburante della nostra vita. Ma, Jessica ci chiede anche di smussare i nostri spigoli, di non permettere al risentimento di rovinare tutto, di allontanare le persone che amiamo.

Non so, non esistono parole perfette per descrivere questo libro. Me ne rendo conto, ma vi posso assicurare che troverete tutto tra le pagine. Ironia, simpatia, romanticismo, sensualità senza scendere nei dettagli, quell'erotismo velato, che cresce con l'attrazione tra i protagonisti e che sentiamo viva sulla nostra pelle. C'è amicizia, con tutti i personaggi che girano intorno a Rachel e Aaron come satelliti, da Olivia a Summer, senza dimenticare Sam. C'è il vero senso della famiglia, che sia quella perfetta o quella che si sta sgretolando sotto il peso delle bugie, o quella che nasce, incontro dopo incontro, con ventotto anni di ritardo. C'è il vero significato dell'amore, fatto di piccoli gesti, di dichiarazioni non clamorose o eclatanti, ma nascoste tra le note delle canzoni.

Perfino i battiti del mio cuore sembravano scandirne il ritmo: erano diventati la musica di quel testo ripetitivo. È lui. È lui. È lui.

Lo stile di Jessica è impeccabile, senza mai perdersi in descrizioni inutili ci accompagna in questo viaggio meraviglioso, sfruttando il solo punto di vista di Rachel. Un testo pulito, emozionante, introspettivo, divertente. Una lettura che deve essere fatta, un libro che resterà nei vostri cuori. Nel mio sicuramente. 


Commenti