mercoledì 14 febbraio 2018

Le recensioni di Mary: "Non lasciarmi andare" di Catherine Ryan Hyde

Chiudiamo questo mercoledì tutto rosa e cuori con una recensione della nostra Mary.


Titolo: Non lasciarmi andare

Autore: Catherine Ryan Hyde

Editore: Leggereditore

Data di pubblicazione: 12 ottobre 2017

Prezzo: 1.99 € ebook, 13,60 € cartaceo


Sinossi

Grace, dieci anni, vive nella periferia degradata di Los Angeles con una madre tossicodipendente che la trascura e il rischio di essere affidata ai servizi sociali. C’è solo una persona che può aiutarla a uscire fuori da questa situazione e donarle una nuova speranza: Billy Shine, il suo vicino di casa. Un tempo ballerino di Broadway, Billy è ora un uomo solitario, in preda a continui attacchi di panico, spaventato dalla gente e dal mondo fuori le quattro mura della sua casa. Le sue giornate scorrono silenziose, perfettamente orchestrate da una routine da cui raramente riesce a fuggire. Tutto cambia, però, quando nella sua vita irrompe la piccola Grace, proponendogli un piano audace e coraggioso per aiutare la madre a disintossicarsi. Billy si mostrerà per lei un fidato alleato, pronto a farsi in quattro. L’impresa, d’altra parte, è di quelle che ridanno senso all’esistenza e nuova fede nell’amore puro e incondizionato. Ma non è affatto facile, perché per aiutare la madre di Grace sarà necessario privarla della cosa di cui ha più bisogno: sua figlia.
Emozioni, coraggio e sfide da affrontare per una storia intensa che vi farà commuovere.





Recensione

Molto delicata e toccante la bellissima storia di amicizia tra Grace, la piccola decenne protagonista del racconto, e Billy, altro personaggio fondamentale, che da molti anni si è seppellito in casa senza mai uscire e avere contatti umani.

I dialoghi di questa tenera storia, sono spontanei, intelligenti e pieni di umanità.
Benché la parte iniziale del racconto si snodi con molta lentezza, si sviluppa poi a mano a mano, grazie anche ad un contorno di personaggi molto veri e sinceri, ciascuno essenziale ai fini della storia.
Non mancano le emozioni ma ho trovato alcune scene un po' sconnesse e poco coinvolgenti, in quanto non scritte a regola d'arte, ma la storia riesce comunque a fare presa su chi ha la pazienza di seguire nella lettura.

I veri protagonisti del racconto, che hanno fatto guadagnare al libro le mie 4 stelle, sono i buoni sentimenti. Una storia di persone che vivono ciascuna un cambiamento per amore. Quando l'amore e l'amicizia, quelli veri, vincono su tutto e possono tutto. Adatta anche ad un pubblico di più piccini.


Nessun commento:

Posta un commento