Review Party: "Piccole bugie" di Jennifer Miller



Torniamo a libri dalla tonalità rosa con la nostra Jane: nei giorni scorsi ha letto in anteprima una nuova uscita per Quixote Edizioni... Leggiamo insieme di cosa si tratta e cosa ne pensa!



Titolo: Piccole Bugie

Autore: Jennifer Miller

Casa Editrice: Quixote Edizioni

Data di uscita: 29 gennaio 2018

Prezzo: € 3.99


Sinossi

Una piccola bugia detta a fin di bene può cambiare drasticamente il corso delle cose...
Come ogni ragazza innamorata di diciotto anni, Olivia sognava di vivere per sempre felice e contenta con l'amore della sua vita. Luke è tutto ciò che ha sempre sognato, fino a quando si trova ad ascoltare qualcosa che non avrebbe dovuto. Pochi secondi, e il suo cuore va in mille pezzi. Olivia cerca di affrontare la cosa nell'unico modo che conosce: scappa, lasciandosi alle spalle la famiglia, gli amici e il ragazzo che ama.
Alla ricerca della serenità e di una via di fuga, Olivia pensa di trovarle in un bad boy compassato di nome Deacon. Lui infatti è l'esatto opposto di Luke, e la cosa a Olivia non dispiace affatto.
Sono passati sette anni, Olivia è cresciuta, è diventata più saggia e sta tornando a Chicago per iniziare una nuova vita e riallacciare i rapporti con la sua migliore amica, Pyper. Quello che non si aspetta è di trovarsi di nuovo faccia a faccia con il ragazzo che si era lasciata alle spalle e di scoprire che, nonostante se ne sia andata, i suoi sentimenti sono rimasti gli stessi.
Riuscirà Olivia a mettere da parte la sofferenza nel suo cuore e a fidarsi di nuovo di Luke? Riuscirà a tagliare i ponti col passato, oppure continuerà a permettere che la sua vita venga influenzata da piccole insinuanti bugie?




Recensione

Quando il grande capo Ilenia ci ha mostrato questo libro spiegandoci che avremmo fatto parte di un Review party, ho cercato di essere la più veloce, incuriosita da cover e trama. Ebbene, chiamatemi Jane dito veloce! Ma iniziamo a parlare di questo libro.

Dopo la delusione amorosa con Luke, Olivia cambia i suoi programmi universitari trasferendosi da Chicago a Boston. Lascia tutto, facendo perdere le sue tracce a quell’amore che l’aveva delusa così tanto.
A Boston cerca di girare pagina, di dimenticare quel dolore; proprio quando non cerca l’amore, ecco che qui incontra Deacon. All’apparenza sembra il bravo ragazzo, quello con cui poter trascorrere il resto della vita e Olivia, credendo a questa possibilità, lo sposa.

Il tempo, però, far capire ad Olivia la vera realtà di un uomo che ha solo cercato di prevalere su di lei, facendola smettere di vivere, di agire, di respirare. In una mattina come tante, rientrando a casa prima del solito, trova Deacon tra le… gambe di un’altra donna. Tutto quello che Olivia aveva sopportato in quel momento viene finalmente fuori, in quel preciso istante decide di riprendere il controllo della sua vita, capisce che l’uomo che aveva sposato non è la persona che credeva che fosse, anche se in realtà il suo cuore già lo sapeva. Così chiede il divorzio e, subito dopo la firma davanti al suo avvocato, carica la macchina delle sue cose e torna nella sua Chicago.

Il suo ritorno è una fitta al cuore. Qui ogni strada, ogni ristorante, ogni luogo, è legato ad un ricordo enorme, che la lega al suo passato, Luke. A Chicago, però, Olivia non è sola. Pyper, la sua migliore amica, è la persona che le è stata sempre vicino e, anche in questo cambiamento così importante, le sarà accanto.
Pyper sarà l’amica che tutti vorremmo; cercherà in ogni modo di far trascorrere ad Olivia momenti indimenticabili, proprio come solo le migliori amiche sanno fare. La farà uscire, la porterà a ballare, nel suo ristorante preferito: insomma, le darà quell’input per andare avanti e voltare pagina.
Ma nessuna delle due aveva messo in conto che spesso l’amore fa dei giri immensi per poi ritrovarsi, perché se due anime sono destinate l’una all’altra non c’è nulla che potrà separarli, faranno di tutto per rincontrarsi. Olivia e Luke sono quelle anime.

Ma non vi racconterò nulla di più… Questo è il primo libro che leggo della scrittrice e devo essere sincera, sono rimasta entusiasta. Ha un modo di scrivere davvero preciso e dettagliato, anche se spesso troppo prolisso, e descrittivo. Si perde su descrizioni spesso superficiali, troppo lunghe che talvolta fanno perdere il filo del discorso, lasciandoti confuso a chiederti “che stava dicendo?” o “di che parlava?”. Tutto ciò, però, non toglie che il suo modo di scrivere sia coinvolgente. La storia letta è ricca di ogni tipo di emozione e, per certi versi, ricca di suspense che rendono il libro un vero capolavoro.

Ancora… ho apprezzato ogni singola battuta tra i protagonisti e ogni scena del libro, mai fuori luogo, o messa lì al caso, persino le scene di sesso - due in tutto il libro, ebbene sì! Solo due - mi hanno fatto apprezzare maggiormente questo libro, perché in fondo non è una scena di sesso che fa bello un libro, non siete d’accordo?

Bravissima Jennifer! Aspetto con impazienza il seguito, perché… ebbene sì… ci sarà un seguito. La nostra scrittrice chiude il primo capitolo con un cliffhanger degno di Shonda Rimes!!! Ma basta ora… vi consiglio spassionatamente di leggerlo, che aspettate??


Commenti