giovedì 25 gennaio 2018

Review Party: "Nati sotto la stessa stella" di Alessandra Angelini


Care Disaster, ho appena finito di leggere NATI SOTTO LA STESSA STELLA di Alessandra Angelini e non potete capire in che stato sia... Non vedo l’ora di vederlo bello in tutto il suo splendore sugli scaffali in libreria per poterne avere una copia cartacea tutta per me!! 
E dopo questa premessa, ecco a voi la mia recensione in anteprima.



Titolo: Nati sotto la stessa stella

Serie: Bad Attitude Series #2

Autrice: Alessandra Angelini

Editore: Newton Compton Editori

Data di pubblicazione: 25 gennaio 2018

Prezzo: € 4,99 ebook


Sinossi


Amelia studia Medicina all’Università di Bologna, ha un rapporto conflittuale con i suoi genitori ed è abituata a fuggire dai problemi. Fan e amica della band del momento, i Bad Attitude, ha una storia altalenante con il cantante. A sostenere Amelia ci sono le sue amiche Isabella e Caterina, ma soprattutto Nico, il bassista del gruppo. Amelia è sempre in cerca di emozioni che le facciano battere il cuore, mentre Nico vorrebbe soltanto evitare altri problemi: quelli lui li conosce fin troppo bene. Basta poco per rendere i confini del loro rapporto indefiniti… È un’estate piena di musica e di magia quella che vivono, un’estate unica in cui tutto è possibile. Ma come in ogni sogno, dal quale prima o poi bisogna svegliarsi, Amelia e Nico dovranno decidere se la paura è più forte dei sogni che vogliono realizzare. La felicità è a portata di mano, devono solo trovare il coraggio di afferrarla…

Se hai un sogno devi proteggerlo
Se ami qualcuno devi inseguirlo





Recensione

Se hai un sogno devi proteggerlo 
Se ami qualcuno devi inseguirlo 


È con queste poche parole che inizio a parlarvi di questo romanzo che mi ha stregata. Avevo letto il primo capitolo della Bad Attitude Series quando ancora il titolo era La mia musica sei tu, autopubblicato dall’autrice nel 2015, e poi diventato Non dirgli che ti manca con la Newton Compton Editori. Mi ero appassionata, ero diventata fan anche io dei Bad Attitude, avevo amato i suoi protagonisti e ora è la volta di altri due personaggi presenti nella storia di farsi amare. Amelia e Nico. Due personaggi tanto diversi quanto simili caratterialmente.

Non starò qui a riassumervi la storia perché già la sinossi parla da sola. Quello che voglio sottolineare sono i personaggi, le emozioni che ho provato, l’accuratezza dell'autrice nel non tralasciare nessun dettaglio. Non una sbavatura, un cambio di direzione. La storia procede lineare, pulita, con gli scossoni che tanto fanno emozionare per la carica elettrica che riescono a far provare. Anche la sfera sessuale è ben inglobata e rende più ricca la narrazione senza risultare volgare. E' anche vero che non c'è troppo in questo senso e ho apprezzato il suo inserimento lasciando intendere le sensazioni che a mio avviso sono più accattivanti della descrizione in sè.
Non nascondo che all’inizio ho faticato un po’ a mantenere la concentrazione, trovavo la lettura sfuggente, per poi catturarmi completamente in modo inaspettato. Un fulmine a ciel sereno in piena regola, sconvolgente, travolgente. Quell’attimo mi ha fatto ricredere e non ho lasciato il kindle fino a che non ho letto la parola fine.

Bene disasters, posso ufficialmente dichiarare che conosco l’esatto istante in cui mi sono innamorata nel protagonista. Non mi è permesso dire le parole esatte che mi hanno fatta diventare sua fan perché è vostro diritto trovare l’attimo che più vi farà battere in cuore. Posso solo dirvi che avevo il batticuore. Sono rimasta senza fiato di fronte a ciò che ho letto.


Questo è stato anche il momento che mi ha fatto pensare e ricredere su ciò che avevo letto in precedenza e sino alla fine il pensiero è rimasto lo stesso, anzi più andavo avanti e più si confermava la mia teoria. E adesso ve la spiego.


Nico e Amelia sono due personaggi di natura chiusi, diffidenti. Non esternano le loro sensazioni. Preferiscono non rivelarsi, stare in un angolo ad osservare piuttosto che attivarsi. Ecco quindi che la narrazione risulta anch’essa simile a loro, riservata. L’atmosfera che l’autrice ha creato è consona alle caratteristiche dei protagonisti, non stona per intenderci. Questo sono e questo viene fuori dai loro pov alternati. Più li conosciamo e più la lettura diventa chiara. I personaggi subiscono uno sconvolgimento personale che li porta a doversi aprire con se stessi e si nota dalla crescita emotiva via via leggendo, e di conseguenza con il lettore che finalmente riesce a comprendere meglio ed ad appassionarsi alla loro vicenda.

Parliamo di Amelia. 
Questa ragazza è la fuga fatta persona. Di fronte alle difficoltà lei scappa. Si chiude a riccio. Sembra indifferente, invece è molto sensibile. Sicuramente i problemi con la famiglia l’hanno resa una persona incapace di reagire, di sfidarsi e aprirsi. Con i ragazzi della band e le loro compagne è espansiva ma rimane sempre con un piede fuori dalla porta. Per lei ho provato sia affetto che antipatia. Empatia perché la trovavo un cerbiatto indifeso da proteggere. La sua eterna indecisione è stata croce e delizia. Ecco perché dico antipatia. All’inizio troviamo una ragazza infatuata all’inverosimile del cantante della band. Amelia è cotta, stracotta, di Julien. Lo venera. Accetta ogni cosa, beve ogni parola che esce dalla bocca dell’uomo senza rendersi conto che si sta illudendo. Ha la felicità a portata di mano e lei la scaccia in malo modo ogni volta. Non potete capire Disaster quando questo atteggiamento mi abbia fatto infuriare. è proprio vero, noi donne rifiutiamo la sicurezza per lo stronzo di turno.

Il discorso per Nico è diverso. La sua riservatezza, essere schivo, all’inizio non mi convincevano. Tanto carismatici gli altri componenti del gruppo tanto di poche parole lui. In competizione con Julien proprio per questo suo atteggiamento, rimaneva offuscato dalla presenza del cantante che invece, risulta un egocentrico dongiovanni in confronto, tanto da vincere. Ecco, vinceva, perché poi mi sono ricreduta. Nico ha ottenuto tutto il mio entusiasmo con le poche parole che lo caratterizzano. È un fiume di emozioni, parole. Scoprirete un uomo che lotta, combatte e al momento giusto sa usare le sue armi. E, come arma, lui usa le parole. Ma è anche un uomo insicuro, bisognoso di certezze, che si sente responsabile del benessere di altre persone. Il suo personaggio è complesso e l’autrice è riuscita a farmene innamorare. per una volta ho avuto davanti un uomo di carta onesto, leale.

“Quando ti innamori di qualcuno non lo fai per il suo aspetto o per quello che può darti, ma perché canta una canzone che solo tu puoi sentire.” 

Amelia canta una melodia che solo lui infatti riesce a comprendere. La ragazza stessa afferma di trovarsi in sintonia, di quanto lui riesca a comprenderla con un solo sguardo. Con Nico non ha bisogno di fingere o nascondersi, lui la trova lo stesso. Tra le sue braccia si sente protetta, amata, ma questa sua infatuazione si metterà in mezzo spesso e volentieri. Insomma cuore e mente sono in conflitto. Fino a quando…. Non ve lo dico fino a quando!!


Questa lettura è da assaporare, ha bisogno di tempo e non di velocità. Ogni sensazione va sentita sotto pelle, apprezzata e capita.
La storia è incentrata su loro due ma c’è spazio anche per gli altri personaggi già letti. C’è spazio per la band che deve affrontare un nuovo capitolo pieno di insidie e buche che porterà tempesta, c’è spazio per le coppie con gioia e dolore e anche qui l’autrice ha inserito elementi molto sconvolgenti che leggiamo attraverso gli occhi dei due ragazzi ma si comprende benissimo cosa provano tutti. La loro presenza non toglie attenzione ma anzi rende più vero il contesto in cui si trovano a girare proprio perché sono parte integrante della storia. Insomma, questo romanzo ambientato in una  Bologna accaldata dal sole estivo e illuminata dalle stelle che Nico tanto ama, mi ha regalato una storia da leggere, leggere e rileggere ancora.

Cosa posso dirvi di più per convincervi a puntare su Alessandra Angelini e Nati sotto la stessa stella?

Ho evidenziato tantissimi passaggi, molte frase dette da entrambi ma questa per me racchiude tutto.

“Non voglio qualcuno che mi prometta le stelle, voglio qualcuno disposto a guardarle con me.” 

Buona lettura!!!


Nessun commento:

Posta un commento