mercoledì 17 gennaio 2018

Le recensioni di Silvia: "Il cielo è ovunque" di Jandy Nelson

Titolo: Il cielo è ovunque
Autore: Jandy Nelson
Editore: Rizzoli
Uscita: 16 novembre 2017


SINOSSI

Lennie, 16 anni, ha sempre vissuto dietro le quinte, ben contenta di lasciare le luci dei riflettori alla sorella maggiore Bailey. Così, quando quest'ultima muore all'improvviso, Lennie si ritrova scaraventata in un mondo di cui non ha mappe né riferimenti, completamente alla deriva. Per tenere ferma la barca della vita, Lennie si rende conto di aver bisogno di cose molte diverse, praticamente opposte, che solo due persone sembrano capaci di offrirle: Toby, l'ex ragazzo di Bailey, è l'unico che capisce il suo dolore, e Joe, che si è appena trasferito in città, ha da regalarle quella energia e quella musica che lei teme di aver perso per sempre. Ma sole e luna non possono stare nello stesso cielo, e Lennie si ritroverà a dover affrontare il più antico dei dilemmi: stare accovacciati di fronte alla piccola luce di un fuoco che muore, o prendere il coraggio a due mani e alzarsi ad affrontare il buio, in cerca di una luce più grande?


RECENSIONE

Leggere questo libro è stato come riuscire a racchiudere l'intero universo nelle parole che scorrevano sulla carta. Jandy Nelson ci racconta la vita di questa adolescente comune, abituata a restare sempre in secondo piano e del dolore più grande che una persona possa provare: la perdita improvvisa di qualcuno che si ama. In questo caso sua sorella Bailey. Lei che era così bella, brava, esuberante, amata. Proprio la sorella che amava il teatro e stare al centro dell'attenzione. Era piena di vita, energica, solare. Lennie ne esce distrutta, per lei non ha più senso nulla. Si sente alla deriva, stanca, demotivata, inutile. Non sa più dove sbattere la testa. 
Finché la vita non le dà la possibilità di incontrare sul suo cammino due persone che sapranno confortarla: Toby, l'ex ragazzo di Bailey e Joe, appena trasferitosi in città. 
Sono due poli opposti, due tipi di conforto totalmente diversi: Toby gli ricorda sua sorella, la tiene ancorata al passato e ai momenti che non potrà più avere con lei. 
Joe invece, è la musica dell'anima, l'energia della vita, e l'amore del presente. 
Due fuochi  che ardono per lei. Ma sì sa che nella vita tenere un piede in due scarpe non è assolutamente la cosa più giusta da fare e Lennie si troverà davanti a decisioni e realtà spiazzanti. 
Ho amato questo libro: l'energia e la pazzia di ogni singolo personaggio, a partire dalla nonna e dallo zio di Lennie, punti di riferimento e assolutamente essenziali per la riuscita di questa storia. Poi il modo in cui viene trattato il tema del lutto: senza appesantire, regalano attimi di dolcezza e felicità a momenti di tristezza e disperazione. Un mix perfetto e coinvolgente. 
Sicuramente affrontare la morte di una persona cara è una delle cose peggiori nella vita: è una ferita aperta che col tempo farà meno male. E Lennie lo sa e in modo coraggioso riuscirà a uscire da quel vortice di disperazione che la stava risucchiando. 
Il cielo è ovunque è un libro ricco di speranza, riscatto, vita e soprattutto amore. L'unico sentimento in grado di risollevare una persona.
Storia stupenda!!! Complimenti all'autrice!!!!

VALUTAZIONE


Nessun commento:

Posta un commento