Le recensioni di Mary: "Gli occhi del lupo" di Federica Amalfitano

Nuova recensione, questa volta a cura della nostra Mary... pronti a leggere cosa ne pensa di un bel urban fantasy pubblicato da Aletti Editore?!



Titolo: Gli occhi del lupo

Autore: Federica Amalfitano

Genere: Urban fantasy

Editore: 
Aletti Editore

Data di pubblicazione: 18 febbraio 2016

Prezzo: 4,99 € ebook, 14,00 € cartaceo


Sinossi


La vita a Florence è sempre stata monotona e priva di qualsiasi attrattiva finché, un giorno, il bosco che caratterizza la città si popola di un branco di lupi. Ellen Smith, timida ragazza diciassettenne, si troverà catapultata in un mondo che mai avrebbe potuto pensare esistesse davvero: quello dei licantropi. E quel ragazzo misterioso arrivato a scuola improvvisamente chi è in realtà? Le storie dei due giovani si incroceranno molto presto e, il legame protettivo che li unirà, si intensificherà giorno dopo giorno. Il capo Alpha del clan, i Wolfers (Gran Consiglio dei licantropi) e i Verdana, faranno di tutto per distruggere il loro rapporto di amicizia. Riusciranno i ragazzi a restare uniti nonostante le avversità?




Recensione

La licantropia è una strada letteraria battuta e ribattuta tante volte e sotto vari punti di vista. Questo costituisce a mio parere un punto di demerito all’opera. Tuttavia, il romanzo è talmente ben narrato che ci si dimentica quasi che è il solito potpourri di trasformazioni al chiaro di luna, guerre all’ultimo sangue tra clan e storie d’amore impossibili.

La scrittrice però, Federica Amalfitano, ha avuto la capacità di farne una storia nuova, con moltissimi elementi originali e innovativi.
Benché dai tempi di Twilight sia difficile approcciarsi ad un racconto di licantropia o vampirismo senza sentirne l’eco, la trama non è così scontata nei suoi risvolti e presenta molte caratteristiche originali ed autentiche.

I personaggi della storia sono ben delineati, nelle loro caratteristiche (umane e lupesche) sia fisiche che caratteriali, il che, unito ad una grande abilità narrativa dell’autrice, mantiene il livello di concentrazione e attaccamento alla storia alto.

Ho apprezzato molto i POV alternati tra tutti i personaggi della storia, che acquisiscono in questo modo ruoli tutti centrali.

Il racconto è scandito ritmicamente, senza vuoti temporali, ma con una progressione lenta e ordinata. Molto delicata la storia d’amore tra i due personaggi principali, Ellen e Taylor: completamente priva di erotismo, per amanti delle effusioni senza contatto fisico.


Commenti