Le recensioni di Amira: "Nessun segreto tra noi" di Jillian Moore


Continuano le recensioni del mercoledì: ora tocca ad Amira parlarci di un libro pubblicato nel 2015.


Titolo: Nessun segreto tra noi

Autore: Jillian Moore

Genere: New Adult

Editore: Self publishing

Data di pubblicazione: 13 marzo 2015

Prezzo: € 0,99


Sinossi


Kylie incontra Dylan sul set di uno spot pubblicitario e decide all'istante che è un odioso arrogante, ma che bacia in modo divino.
Sono due estranei che dovrebbero restare tali, ma il destino sconvolgerà come il solito le carte, dicendo l’ultima parola.
Tra amici un po’ invadenti o iperprotettivi; scomodi ex; una nonna ex attrice famosa; previsioni del futuro con le foglie di tè, si evolve una storia d’amore che nasce sul palcoscenico e chissà dove finirà, se a guarnire il tutto c’è anche un misterioso ed efferato omicidio.




Recensione

Ok, ammetto di essere una che si fa sedurre non solo dal profumo dei libri ma anche dalle belle copertine e a volte rimango fregata. Questo però, per fortuna, non è stato il caso.

Dopo un inizio un po’ lento, questo libro ingrana benissimo la marcia e parte in quarta alla scoperta delle vite dei due giovani protagonisti. Vite che dopo un primo incontro turbolento, finiscono irrimediabilmente per intrecciarsi.
Kylie, una bella ragazza molto determinata, incontra per caso Dylan sul set di uno spot, ma lui è un gran pallone gonfiato e lei non riesce a digerirlo. Finiscono però per baciarsi e quel bacio è la cosa migliore che Kylie ricorderà di Dylan.
Lui, l’arrogante, la trova molto affascinante, ma ha una spina nel cuore che gli dice di allontanarsi e non affezionarsi più.

All’università si rincontrano al corso di recitazione e quando si ritrovano a fare coppia per un compito, i due cominciano a capire che stare lontani è difficile, che dietro alle loro maschere c’è di più e che entrambi hanno un passato che vogliono lasciarsi alle spalle ma non riescono. Entrambi, però, ci vogliono provare.
Piano piano si lasciano andare, complici tenere vecchine che come quattro “signore in giallo” cercano di scoprire l’assassino di una delle infermiere della loro casa di riposo e che leggono nelle foglie di tè, l’affinità tra i due giovani.

È decisamente un bel libro, scorrevole, ben scritto che prende sin dal principio con il suo ritmo incalzante e mai noioso. Le avventure e i colpi di scena non mancano mai e non sono mai situazioni banali.
I personaggi sono descritti molto bene e non possono che risultare simpatici e si finisce per fare il tifo per loro sia nel loro rapporto che nella ricerca dell’assassino o nelle loro avventure universitarie. Le vecchine…beh, è ovvio le amerete alla follia <3

Il tocco giallo da un tocco in più al romanzo e alla storia d’amore tra i personaggi.
Nel complesso sono molto soddisfatta di questa lettura.


Commenti