LA PRIMA STELLA DELLA NOTTE di SUSAN ELIZABETH PHILLIPS - Le recensioni di Annalisa

Buongiorno Disaster!
Apriamo questo Lunedì con la regina del Romance, almeno per me.
Susan Elizabeth Phillips va letta...soprattutto da chi ama il romance e da chi vuole scriverne :)



Titolo: La prima stella della notte (Chicago Stars vol. 8 )
Autore: Susan Elizabeth Philips
Edizione: Leggereditore
Prezzo: ebook 4,99 euro – cartaceo 14,90 euro

TRAMA.

Piper Dove è una ragazza ambiziosa e determinata: il suo sogno è diventare la migliore detective di Chicago e riscattare un passato difficile e tormentato. Il suo primo incarico consiste nel pedinare Cooper Graham, celebre ex quarterback dei Chicago Stars, una vera e propria star in città. Peccato che venga scoperta quasi subito... Ora che rischia di perdere casa e agenzia, Piper non ha altra scelta che accettare il lavoro nel club alla moda di Cooper, lo Spiral, ma la vita dell’ex campione negli ultimi tempi è diventata piuttosto movimentata e rischia di coinvolgere la ragazza in affari ben più pericolosi di una crisi finanziaria. Qualcuno ce l’ha con Cooper e sta facendo di tutto per sabotare le sue attività e minarne la popolarità. Piper sa che ormai è troppo tardi per slegare il proprio destino da quello di un uomo che la attrae terribilmente e che sente poter essere quello giusto. Perché niente intriga di più lo spirito competitivo di uno sportivo che una sfida impossibile: conquistare una donna spaventata dai sentimenti.

Un nuovo, eccitante capitolo di una delle saghe romance più acclamate. La storia complicata e pericolosa di una donna disposta a rischiare il tutto per tutto per la vita che sogna di conquistare.

RECENSIONE.

Uscito nel febbraio del 2017, questo libro esce a dieci anni di distanza dall'ultimo Chicago Stars, serie che ha consacrato la SEP qua in Italia e che l'ha fatta conoscere come regina del Romance.
Chi non ha mai letto nulla di quest'autrice, deve rimediare immediatamente!!
E i Chicago Stars sono un ottimo trampolino di lancio.

In questo romanzo l'autrice ci presenta Cooper e Piper.
Lui, giocatore all'apice della sua carriera, che sa di meritarsi il successo che ha, che sa di avere il mondo ai suoi piedi, che sa di essere irresistibile...insomma, un arrogante e orgoglioso che può permettersi di esserlo.
Lei, investigatrice dilettante, che deve sempre provare di essere brava, di essere “di più”, a partire da suo padre che l'ha cresciuta come il figlio che voleva e non ha mai avuto.

Mai furono scritti due caratteri più distanti.
Piper è tosta,testarda, cresciuta per essere forte e per non dipendere mai da nessuno.
Cooper ne resta affascinato fin dal loro primo incontro, quando smaschera la sua copertura da detective nei suoi confronti.

Con la solita ironia, con la solita delicatezza, col solito romanticismo, l'autrice descrive l'evolversi della loro storia...con un finale degno del miglior placcaggio, visto cosa si inventerà per far capitolare la testarda Piper.

L'uso della terza persona e dei punti di vista alternati rafforza i particolari della storia.
Le descrizioni non rallentano mai il racconto, ma lo arricchiscono, come se anche Chicago fosse parte della trama, come se ne sentisse la mancanza dopo tanti anni.

Come tutti i romanzi della SEP, per me questo è un Indimenticabile.


Commenti