VENTO SULLA SCOGLIERA di FABIANA REDIVO - Le recensioni di Annalisa


Titolo: Il vento sulla scogliera
Autrice: Fabiana Redivo
CE: DRI editore (prima edizione Settembre 2017)
Prezzo: edizione cartacea 10,00€.
Oggi su amazon 2,99€.

TRAMA.

~UNA STORIA DI VITA, D’AMORE, DI CRESCITA PERSONALE.

Mentre la radio annuncia l'esplosione di un reattore nucleare a Chernobyl, Agnés riflette sulla propria vita apparentemente perfetta. Maurice è il marito che tutte le invidiano. L'albergo che gestisce con la suocera si trova in un luogo da favola, nei Vosgi. Eppure una sottile inquietudine la tormenta, mettendo a rischio il piccolo mondo felice che ha costruito giorno dopo giorno. Per salvare il suo matrimonio, dovrà affrontare i fantasmi del passato, risolvendo il mistero che avvolge la vita di sua madre.

"Il vento mi parlava, portava voci. Lo ascoltavo. E lui ascoltava me. Al vento sono finalmente riuscita a gridare il mio dolore e i miei segreti."

"Forse se avessi denunciato Luc per le violenze famigliari sarebbe andata diversamente. Forse. In questi casi noi donne siamo guardate con sospetto. La gente è pronta a essere comprensiva solo quando subiamo."

~ L’OSTILITA’ DEL MONDO.

"L'opinione pubblica guardava sempre con sospetto le donne che denunciavano violenze, soprattutto in provincia. Portare alla luce ciò che poteva rimanere in ombra con buona pace di tutti, era un comportamento colpevole nei confronti della collettività."

~LA COMPLICITA’ TRA DONNE.

"Un silenzio solenne, diverso da quello che aveva segnato l'intera mattinata, tenne in sospeso le due donne. Complicità. Condivisione. Agnés conosceva quelle sensazioni, provenivano da un passato che si sforzava di seppellire, proprio come Marie aveva fatto con quel misterioso contenitore di metallo."

RECENSIONE.

La storia che ci presenta Fabiana è difficile da riassumere senza scadere nella banalità.
La trama che ho pubblicato presa da amazon riesce a trasmettere molto bene la complessità dei sentimenti che questo romanzo, seppur breve, riesce a trasmettere.
E il titolo è altrettanto evocativo.

Non è solo una storia d'amore. E' una storia vera, che tratta sentimenti veri.
E' una storia che mostra come, a volte, il principale impedimento ad una vita migliore sia la paura di affrontare la vita stessa.
Una vita che non è solo "rosa e fiori" come spesso i romanzi rosa dipingono.
Inoltre mi sento di poter dire che i personaggi femminili, per quanto rilevanti, vengono completati dai personaggi maschili che in questo libro hanno una loro voce e presenza significativa e molto forte.

Tra le pagine del libro di Fabiana si respira verità.
E la più grande verità è proprio quella di non avere paura di crescere, affrontando le difficoltà che la vita ci pone con coraggio, senza chiudersi nel silenzio e nell'orgoglio, ma trovando nelle nostre ferite e nella condivisione la forza per andare avanti e, dove necessario, cambiare per migliorarsi.
E chi lo sa, magari come accaduto ad Agnes, la vita potrebbe regalare anche piacevoli sorprese, che sanno scaldare il cuore.

Insomma, bisogna sapersi adattare al vento, anche quando soffia forte.

Fabiana scrive bene, le sue descrizioni sono evocative senza essere pesanti.
Uniche pecche, se così posso chiamarle, sono dettate da una mia preferenza personale.
I diversi cambi di prospettiva dei personaggi un po' mi disorientano...avrei preferito un unico punto di vista, anche se mi rendo conto dell'importanza di avere più voci in questa storia.
E la seconda cosa che non mi è piaciuta è la brevità del romanzo...ad un certo punto mi è parsa una corsa verso la fine. Un finale un po' brusco, ecco....avrei voluto leggere di più!

Un libro consigliatissimo, per chi ama i valori di una volta; le storie d'amore reali, comuni, vere; la famiglia; le sorprese; i lieto fine.





Commenti