#Disastercontest: intervista alla vincitrice Gioia De Bonis

Ciao Gioia, bentornata sul nostro blog! Questa intervista è il premio per la tua creatività, hai convinto tutto lo staff con la tua storia, quindi… Complimenti!
Partiamo dalla base. Chi è Gioia De Bonis dentro e fuori le pagine di un libro?
sono una ragazza un po' pazza...ho sempre dietro carta e penna...scrivo sempre! Sono innamorata degli animali...soprattutto dei cani! Adoro cucinare e leggere...anche se la seconda cosa mi viene meglio! Sono una volontaria presso la biblioteca comunale del mio paese, sono una babysitter e faccio ripetizioni...NON STO MAI FERMA!



In circa dieci mesi hai pubblicato cinque romanzi… come diavolo fai?! Vivi di scrittura, caffè e insonnia? 
scrivo sempre...le idee (per fortuna) sono tante... Vivo di scrittura? Posso dire di si... Non ho un lavoro fisso perciò per adesso posso scrivere sempre...anche se, come dici tu, scrivo di notte... insonnia è il mio secondo nome...


Come nasce una storia nella tua testa? prendi ispirazione dalla vita reale o è tutto frutto della fantasia?
Le storie nascono da ogni cosa...una pubblicità, una canzone, una frase detta da qualcuno ... C'è la fantasia poi ad aiutarmi a mettere le idee a posto! Per fortuna che ho preso l'abitudine di scrivermi le cose...sennò sarei persa! Una volta ho ascoltato una conversazione in ascensore e per fortuna avevo l’agendina ... Altrimenti un pezzo di Sweet Revenge non sarebbe stato lo stesso.

Oltre alla “Sweet man saga”, romanzi con una parte erotica importante, da qualche settimana sei online con un libro fantasy che la nostra Mari sta leggendo… com'è stato passare dal romanzo rosa al fantasy, dalla realtà a qualcosa di inventato? Qual è stata la difficoltà maggiore?
all'inizio non sapevo dove mettere le mani...Passare da storie reali (o quasi) al Fantasy è stato davvero difficile. Soprattutto per le tempistiche...in un fantasy tutto è più veloce, più strano, più misterioso... Ci ho messo un po' ma poi alla fine i miei angeli sono nati. La difficoltà maggiore? Rendere tutto plausibile...ho cercato di spiegare perciò tutte le cose “strane” , quelle fuori dall’ordinario... Per non far trovare il lettore spiazzato. Spero di esserci riuscita...


Hai vinto il nostro contest dedicato all'arte, ti è già capitato di trovare l'ispirazione guardando un quadro o una scultura?
sempre. L'arte è un'ottima fonte d'ispirazione. Quest'estate sono stata a visitare alcune chiese di Roma e per caso sono entrata in una che non era nemmeno sulle carte di rilevanza artistica e immagina il mio stupore quando davanti a me é comparsa VOCAZIONE DI SAN MATTEO... Ho subito scritto qualcosa, ma ancora non so dove entrerà questa emozione...ma  arriverà il momento.



Quale dei tuoi romanzi ha un posto speciale nel tuo cuore e perché?
Forse Sweet Revenge perché mi ha dato il coraggio di uscire fuori. Il coraggio di fidarmi di me stessa. Il coraggio di essere ne me stessa. E poi perché ci ho messo il mio prototipo di uomo dentro.


Qual è il tuo sogno nel cassetto legato al mondo dell'editoria? 
Vedere un mio libro in una libreria di un centro commerciale. Sarebbe una cosa pazzesca.




Chiudiamo questa piccola intervista con una domanda che mi interessa tantissimo…. Ci puoi parlare dei tuoi prossimi progetti? 
Il prossimo progetto mi sta portando nella città che più amo in italia: Firenze! Il mio cuoco PHILIPPE sta piano piano prendendo forma...ci metterò un po' però perché sto anche lavorando alla novella dopo Sweet Suspect ... Arriveranno tutti...ma con calma...



Grazie per essere stata con noi, per aver partecipato al nostro Contest e per regalarci emozioni con i tuoi libri. In bocca al lupo per tutto!
viva il lupo! P.s. siete miticheeeeee continuate così!

Commenti