LA SERIE DEI BRIDGERTONS di JULIA QUINN - recensione di Annalisa




Amanti del genere storico ne abbiamo?
Se la Woodwiss è stata la pioniera di questo genere, che si dice abbia appunto inizio con lei, altre autrici moderne hanno saputo egregiamente coglierne il testimone.
Qui in Italia soprattutto, se si pensa a questo genere, la prima che ci viene in mente è Lisa Kleypas, magari con le sue Audaci Zitelle o con i misteri di Bow Street.
Recentemente però, visitando mercatini dell'usato, mi sono imbattuta nella serie dei Bridgertons di Julia Quinn. La mia gioia nello scoprire che questa serie che ho tanto amato era edita anche qui in Italia e nella collana "I Romanzi Mondadori" mi ha riempita di gioia!

Ambientata tra il 1813 e il 1825 in Inghilterra, la serie dei Bridgertons racconta in otto libri le vicende degli otto figli del defunto Visconte Bridgerton. La cosa simpatica di questi fratelli è che i loro nomi seguono l'ordine alfabetico (Anthony, Benedict, Colin, Daphne, Eloise, Francesca, Gregory, Hyacinth), fatto che spesso è citato in modo ironico da un personaggio misterioso, Lady Whistledown, la quale scrive una colonnina di gossip per il giornale locale e che alleggerisce sempre la narrazione facendo ridere di gusto il lettore, sempre.

Lo stile di questa autrice si differenzia da molte scrittrici di storici che ho letto. Pur mantenendo la frivolezza dei salotti inglesi, offre con maestria uno spaccato ironico e tagliente di quelli che erano i doveri delle donne e i diritti degli uomini senza diventare pesante.
Le suo eroine sono forti. A volte prendono spunto delle favole. Altre volte sono silenziose e insicure.
Ma quello che adoro è che nessuna di loro è succube dell'uomo che ama, cosa che invece è sempre più spesso presente nei libri che ci propongono oggi.

Che sia tempo di tornare ai cari vecchi classici e al romanzo storico, per avere un'eroina intelligente e un eroe sbruffone ma umile?

Vi lascio di seguito la trama al primo libro, sperando di incuiosirvi, e i titoli in italiano dei seguenti.
La serie merita le cinque piume nel complesso, parlando dei singoli libri invece il mio giudizio varia di parecchio.

Buona Lettura.

IL DUCA ED IO.



Implacabilmente perseguitato dalle madri della buona società indaffarate a combinare matrimoni per la loro prole, Simon Bassett, il bel duca di Hastings, è stanco di essere cacciato. E altrettanto stanca è anche Daphne Bridgerton, la cui madre è assolutamente decisa a trovare alla figlia il marito perfetto. Né Simon né Daphne sono felici di questa sgradevole situazione, ed entrambi darebbero qualunque cosa per un po’ di pace e di tranquillità. Il loro desiderio di prendersi una tregua dal mercato matrimoniale del ton li porta a fingere di fidanzarsi – ma il loro piano è minacciato dal sospettoso fratello maggiore di Daphne, che guarda caso sa molto bene quanto Simon ci sappia fare con le donne.
I due non hanno però previsto che l’attrazione reciproca li porterà proprio a quello che avevano deciso di evitare – e cioè al matrimonio. Ma Simon teme che il suo doloroso passato possa impedirgli di riuscire ad amare davvero. E Daphne, benché lo ami profondamente, è decisa a non accettare niente di meno del suo cuore.

I TITOLI DELLA SERIE.
La trovate edita completa nella collana "I Romanzi Mondadori".

1. Il Duca ed Io (The Duke and I)
2. Il Visconte che mi amava (The Viscount Who Loved Me)
3. La proposta di un gentiluomo (An Offer from a Gentleman)
4. Un uomo da conquistare (Romancing Mr. Bridgerton)
5. A Sir Philip, con amore (To Sir Phillip, With Love)
6. Amare un Libertino (When He Was Wicked)
7. Tutto in un Bacio (It's in His Kiss)
8. Il vero amore esiste (On the Way to the Wedding)
9. Felici per sempre (Raccolta di epiloghi alternativi ad ogni libro...per vedere negli anni il "vissero felici e contenti" più una novella riguardante Violet mamma dei nostri fratelli Bridgerton, titolo originale: Happily Ever After)

Per chi leggesse in lingua poi, esilaranti le due novelle collegate alla serie con protagonista la tagliente scrittrice di gossip, Lady Whistledown: The Further observation of Lady Whistledown e Lady Whistledown strikes back.

Commenti